Spesso con l’avanzare dell’età, la vista subisce un graduale peggioramento come nel caso della presbiopia, un disturbo fisiologico della vista caratterizzato dalla perdita graduale, progressiva e irreversibile, della capacità di mettere a fuoco da vicino. Dopo i 40 anni infatti il cristallino, la lente naturale che si trova all’interno del nostro occhio, perde elasticità e progressivamente la capacità di mettere a fuoco gli oggetti collocati a differenti distanze. L’occhio quindi non è più in grado, come un tempo, di compensare (o meglio accomodare) naturalmente la messa a fuoco, per questo la presbiopia non è considerata un vizio refrattivo ma una conseguenza inevitabile del passare dell’età.

Cause e sintomi

Come dicevamo, la presbiopia è un disturbo fisiologico che insorge con l’avanzare dell’età, questo perché con il passare degli anni il cristallino perde elasticità e la messa a fuoco da vicino risulta più complessa. Un tipico atteggiamento dei presbiti infatti, è quello ad esempio di allungare il braccio per allontanare dagli occhi il giornale o una pagina da leggere, ci si affatica davanti al computer e spesso si soffre di mal di testa soprattutto e a fine giornata. Inoltre lo sforzo visivo che si fa per leggere, guardare da vicino e mettere a fuoco, non interessa solo i muscoli oculari ma affatica anche il cervello e ricade sulla nostra capacità di concentrazione. Se quindi si è in una fascia d’età compresa tra i 40 e i 65 anni, e si riscontra la presenza di questi sintomi, è necessario sottoporsi ad una visita optometrica ed indossare quelli che comunemente chiamiamo occhiali da lettura per concedere ai nostri occhi il giusto riposo.

Quali lenti acquistare per correggere la presbiopia?

Una volta riscontrata la presbiopia, è necessario ricorrere ad occhiali adatti al nostro caso. Tra le varie opzioni ci sono gli occhiali monofocali, quelli che comunemente chiamiamo da lettura, che risolvono immediatamente i problemi visivi perché le lenti ci permettono di mettere a fuoco senza fatica gli oggetti vicini. Tuttavia bisogna precisare che ogni occhio è a sé, ed è quindi consigliato affidarsi sempre a specialistiin grado di guidarci nella scelta più adatta alle caratteristiche del nostro occhio, evitando di acquistare occhiali preconfezionati. Ci sono poi gli occhiali bifocali, che correggono la vista sia da vicino che da lontano grazie ad una lente che presenta una zona ottica in alto per il lontano e in basso per il vicino; o ancora gli occhiali progressivi, ovvero lenti all’avanguardia in cui vi è una combinazione uniforme di più lenti che permette di correggere la vista a varie distanze.

Veniteci a trovare presso il Centro Ottico Enrica Bracco, nelle sue due sedi di Savona ed Alessandria, dove potrete trovare macchinari di ultima generazione e all’avanguardia insieme a personale altamente qualificato in grado di aiutarvi sia nella fase di visita, che nella scelta delle giuste lenti per correggere la vostra vista.  Visitate il nostro sito per trovare il centro più vicino a voi o non esitate a contattarci per informazioni al numero +39 019.2512396.